Traduzione automatica

Italiano flagInglese flagFrancese flagTedesco flagRusso flagSpagnolo flag

Pancia piatta in 7 giorni: alimentazione controllata ed allenamento quotidiano

Pancia piatta in 7 giorni ecco come ottenerla perdendo peso ed appiattendo l'addome in modo equilibratissimo

Se anche voi avete accumulato qualche rotolino di troppo all’altezza dell’addome e volete liberarvene in una settimana, leggete i nostri consigli. L’alimentazione invernale e lo scarso movimento sono tra i maggiori responsabili dell’aumento della pancia; un altro fattore a causa del quale si prende peso, è lo stress che innalza i livelli di cortisolo.

Il segreto per tornare in forma perdendo peso e appiattendo l’addome è abbinare il movimento fisico con un piano alimentare equilibrato. Per avere una pancia piatta in pochi giorni, è’ necessario praticare un allenamento mirato almeno tre volte a settimana; inoltre, è bene muoversi quotidianamente, cercando di allenare tutti i muscoli. L’ideale è frequentare una palestra oppure una piscina; in alternativa possiamo camminare a passo svelto oppure iscriverci ad un corso di ballo. Per incrementare la massa magra, è indicata anche l’aerobica e il salto della corda.

Per rinforzare i muscoli dell’ addome, risulta molto indicato il crunch, che si può eseguire in questa maniera: per terra piegare leggermente le gambe, mantenendo i talloni ben attaccati al suolo, contraimo gli addominali e alziamo il capo. Ripetiamo per 2 serie da 10.

Un secondo esercizio, ottimo per ottenere la pancia piatta, prevede di stare sdraiati e avvicinare le gambe al capo leggermente rialzato; l’importante è che le gambe siano parallele e che si mantengano gli addominali contratti. Ripetiamo per 2 serie da 10. Il suggerimento è quello di aumentare il numero di ripetizioni in maniera graduale, senza fretta. Prima di intraprendere dell’esercizio fisico, è bene effettuare un controllo medico, per verificare il proprio stato di salute.

L’esercizio va di pari passo con un’alimentazione sana e variata; per eliminare la pancia, è necessario bere almeno un litro e mezzo o due di acqua naturale. Cerchiamo di evitare i super alcolici e le bibite gassate e zuccherate; in alternativa ricorriamo a succhi di frutta freschi, centrifugati o tisane. L’alimentazione, dovrebbe privilegiare la verdura fresca stagionale come carciofi, cavoli e zucche; le verdure possono anche essere preparate con i cereali come il riso o la pasta, meglio se integrali perché ricche di fibra. Scegliamo carni magre e aumentiamo la quantità settimanale di pesce consumato; i formaggi, soprattutto quelli più calorici, andrebbero limitati ad una volta a settimana. Invece via libera a latte scremato, ricotta e altri latticini meno ricchi di grassi e calorie

Nella preparazione dei cibi è importante ridurre l’utilizzo del sale, perché favorisce la ritenzione idrica; meglio privilegiare le erbe come il prezzemolo, il timo o il peperoncino. Per condire, il consiglio è di utilizzare a crudo poco olio extra vergine d’oliva; per evitare i grassi in cottura, è possibile ricorrere alle pentole antiaderenti oppure si può utilizzare il forno, anche quello a microonde.

In alcuni casi la pancetta è un gonfiore dovuto a sbagli alimentari o intolleranze; se così fosse, bisogna rivolgersi al proprio medico che verificherà se è necessario effettuare degli esami diagnostici. E’ buona norma, alimentarsi senza stress; il cibo deve essere ben masticato. Il pasto deve essere consumato da seduti, in un’atmosfera calma. Inoltre, è bene evitare di mangiare troppe gomme da masticare perché potrebbero influire sul gonfiore.

Eleonora Casula

I commenti sono chiusi.